Torna all'evento

brrrrrrrrr!

Ragazzi, fa davvero freddo! Una cena calda e confortevole ci vuole assolutamente! Quindi vi propongo un menu "morbido" e affettuoso, che scalda il pancino e il cuore :-)
Tutto bollente/caldo/tiepido per una vera coccola contro questo gelo ;-)

Per il resto, avrete il ghetto ebraico di Chieri e la Casa del Rabbino da visitare, buona musica su vinile, ambiente accogliente, una portafinestra aperta sui campanili più belli della nostra piccola città medievale, luci soffuse e candele a profusione.

La cena comincia alle ore 20, così abbiamo tempo per conoscerci, durante l'aperitivo sul sofa.

Le mie materie prime sono tutte bio e le verdure sono rigorosamente non trattate.
Ho un gatto molto simpatico e socievole che spesso è a spasso sui tetti.

Se qualcuno di voi vuol venire col suo cane o è allergico me lo faccia sapere: ho una zona notte dove il mio Spago può passare la serata confortevolmente e comunque la casa è pulita e non c'è traccia di peli felini :-)

In più abbiamo una deliziosa new entry: la Nina, cucciola di shar pei dolcissima e per nulla aggressiva che vi delizierà con i suoi giochi da cucciola!

Se qualcuno ha intolleranze alimentari o non gradisce alcuni ingredienti, per favore me lo faccia sapere. Non sarà un problema apportare modifiche al menu :-)

MENU

Disponibile anche On Demand

Aperitivo sul sofa:
flutti di spumante italiano con pizzette fatte in casa a lievitazione naturale

Antipasto:
sformatini tiepidi di verdure invernali con la fonduta

Primo:
La Puccia (polenta morbida di pignoletto rosso con battuto di lardo, verza, fagioli, salvia e rosmarino)

Secondo:
pollo Yassa con riso basmati al cocco e finocchi bio gratinati allo zenzero

Dessert:
Tarte Tatin tiepida con mele grigie di Torriana

Di nuovo sul sofà:
caffè alla moka o tisane bio con piccola pasticceria

Acqua minerale, pane fatto in casa, una bottiglia di vino bianco ogni due persone

chicca.tortina

Grazzano Badoglio
su Gnammo da 1 anno, 5 mesi
60 voti
cuoca per amore
alessandra.repetto

Top. La bagna cauda della Cristina è semplicemente un'istituzione, un passaggio obbligato, una tappa fondamentale nell'educazione sentimentale di una papilla. Non solo è filologica: a parte qualsivoglia ortaggio, ci sono anche cipollotti nel vino rosso, scamone e ovetto, ma DIGERIBILE. Strepitosa.

santvalentina

Siamo stati da Cristina nella sua nuova location: semplicemente splendida!Un luogo incantevole i cui potersi rilassare e dimenticare la città che dista 1 ora circa. Cucina come sempre eccellente (cena vegetariana)che ha soddisfatto anche gli onnivori presenti. Accoglienza che e' quasi una coccola!

Luogo

Chieri